da PGB, cose serie... e meno serie.
PGB's - serious stuff... & lesser one.

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Blog (weB LOG) Elettronica La fine di un'epopea LCD
La fine di un'epopea LCD

La fine di un'epopea LCD

E-mail Stampa PDF

Dopo una lunga ricerca, ho torvato quello che cercavo!

Quando portai il televisore al'assistenza SAMSUNG, mi irsposero che il ricambio di cui avevo bisogno non era più disponibile. Dopo aver scartabellato in rete per molto tempo mi sono accorto che oltre che non essere disponibile come ricambio, non è nemmeno facile da trovare in giro da qualche trafficante di pezzi recuperati da apparecchi rotti.

Almeno fino a metà novembre, quando ho trovato l'inserzione del suddetto pezzo su ibéi (o e-bay)... ma l'asta si era chiusa il giorno prima!

Fortunatamente il venditore mi ha risposto che si sarebbe interessato per vedere se ne trovava un altro, e alla fine l'ha trovato. Per cui, signore e signori, da venerdì 3 dicembre il televisore funziona di nuovo. E dirò di più: anche il digitale terrestre funziona bene (qua la trasmissione analogica l'hanno spenta il 2 dicembre) sebbene al momento dell'acquisto ci abbiano "regalato" un decoder esterno adducendo la scusa che quello interno non andava bene1...

Nel frattempo la tecnologia si è evoluta, siamo passati dall'HD ready (che non homai capito cosa significhi di preciso) al FULL HD (immagine composta da 1.920 per 1.080 punti) e ora siamo al 3D (predisopsti al tridimensionale). Tuttavia per l'uso che ne faccio io basta e avanza quello che avevo già.

Alla faccia di quei bavosi della SAMSUNG e del consumismo in generale.

--*--

1. Lo so io cosa non andava bene, anche se passo da antigovernativo: il televisore pur avendo il decoder non aveva il common acsèss modiul (CAM, o modulo di accesso comune, o Common access module), ossia quell'arnese che accetta una carta chip e decodifica le trasmissioni criptate dei canalli ai quali ti abboni (ossia il bel giochino che serve per far pagare il biglietto agli spettatori, un modo di contrastare la televisione satellitare a pagamento). La CAM costa sui 200 euro, mentre un decoder costa molto meno, era incentivato da un apposito decreto e se prendevi un televisore tecnologico te lo appioppavano.