da PGB, cose serie... e meno serie.
PGB's - serious stuff... & lesser one.

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Epopea di un televisore

Epopea di un televisore

E-mail Stampa PDF

Televisore a cristalli liquidi SamsungPer chi si fosse fatto l'idea che un frigo rotto fosse un evento già abbastanza sfortunato e per quelli che invece pensano "e non la fare tanto lunga per un frigo rotto", posso dichiarare che in contemporanea al triste evento si sono guastati anche altri arnesi (e anche qualcos'altro, dopo giri vorticosi. Ma lasciamo perdere...).

In particolare: TV LCD (TeleVisore con Schermo a Cristalli Liquidi o Liquid Cristals Displèi) da 32 pollici, stampante multifunzione a getto di inchiostro e non ultima - valvola a tre vie della caldaia.

Come forse si intuisce dal titolo, quello che mi ha fatto penare non poco è... la stampante no? Scherzo, anche se c'è poco da ridere. Si tratta del televisore. Televisore acquistato in concomitanza al frigo (ecco perché è successo, come ho fatto a non pensarci prima? che sfortuna1!) e che è andato di pari passo col frigo, con l'unica differenza che non ho chiamato il tecnico a casa (e in compenso il televisore non ha perso il gas :-) ma non va lo stesso).

 

Il problema: da qualche tempo e per qualsiasi funzione (TV, DTV, DVD, PC, ...) al segnale chiaro e pulito (cristallino direi, ah ah. E liquidino, eh eh) si sovrappone un effetto neve, prima per poco tempo e bassa intensità, poi più a lungo e più forte, fino a rimanere proprio sempre. Per non parlare del menu (OSD, l'on scrìn displèi): se sull'immagine si sovrappone la neve, sopra l'area occupata dal menu c'è la tormenta. Audio: perfetto.

Prima idea: non è più in garanzia, mi compro il manuale di riparazione del televisore e provo ad aggiustarlo.

Esito: negativo (15 dollari buttati?). Di aggiustabile c'è poco: forse i guasti all'alimentatore. Il resto è una sola scheda, con micro-saldature difficili da ripetere a mano se non addirittura una griglia di palle (cioè componenti saldati sulla scheda senza nemmeno i piedini, dette anche BGA o bóll grìd arréi).

Mi decido quindi a portarlo all'assistenza autorizzata (almeno due mesi fa), ove mi dicono che avrebbero preparato un preventivo in 7-10 giorni.

Dopo 7-10 giorni, non si è sentito nessuno e allora telefono io per chiedere. Mi dicono che ci vogliono 270 euro per cambiare la scheda principale che è rotta2. Bàm! Che "cignata".

Dico che ci avrei pensato, poi guardando in giro un po', scopro che un prodotto equivalente non si trova a meno di 600-700 iuri (o euri) e quindi ri-telefono accettando il preventivo. Mi rispondono che il televisore sarebbe stato pronto nei soliti 7-10 giorni.

Dopo 7-10 giorni, tanto per cambiare, non si è sentito nessuno. Allora telefono io e mi dicono che il pezzo è arrivato, lo hanno già montato per provarlo, e se accetto il preventivo  "c'è soltanto da rimettere il coperchio e serrare le viti" ed è fatta. Dejavu? Mi sembrava di aver già accettato...

Ri-accetto e tanto per cambiare, dopo 7-10 giorni, non mi avevano ancora ri-contattato. Ri-telefono io, chiedendo in modo ironico quanto tempo ci vuole per stringere 8 viti. Cosa mi sento rispondere? Che il pezzo di ricambio non era più lì3! Un po' spazientito chiedo che fine avesse fatto: mi rispondono "lo abbiamo montato ad un cliente con lo stesso problema perché lei non avevo accettato il preventivo" (sì, e poi mio padre è rimasto chiuso nell'autolavaggio, ho un gomito che mi fa contatto col piede4, etc...) Ma stiamo scherzando?

Inoltre, caso strano, il pezzo non è più disponibile come ricambio (pensa te che culo fortuna per il cliente che me lo ha soffiato!). Ma non c'è da preoccuparsi, perché "a questo punto lei può richiedere un'offerta vantaggiosa di permuta con un modello equivalente", che arriverà - manco a dirlo - in 7-10 giorni (l'offerta eh, non il televisore).

Peccato che non arrivi nulla in 7-10 giorni, allora richiamo io per l'ennesima volta e che mi dicono?! "tutto a posto, il pezzo è arrivato, funziona bene tutto ma va provato almeno per 24 ore", quindi entro fine settimana lo posso passare a ritirare ("oh bella! Han trovato il pezzo di ricambio. Certo che si era nascosto bene..." penso).

La sera però vedo una chiamata persa sul cellulare da parte dell'assistenza (eh sì, da quante volte l'ho chiamata, mi sono registrato il contatto). Il giorno dopo chiamo, ma non risponde nessuno. Il venerdì, prima di andare a ritirare il televisore chiamo per conferma (anche per evitare un giro a vuoto). E cosa mi dicono? Che il televisore in realtà non è pronto, che mi avevano confuso con un altro cliente (!!) e che in effetti il pezzo di ricambio non è disponibile!

Ma posso stare tranquillo perché la casa madre si è "sbloccata" e sta consegnando i nuovi modelli, per cui entro breve dovrebbero farmi l'offerta vantaggiosa.

Stavolta passano meno di 7-10 giorni e l'altro ieri mi telefonano per comunicarmi l'offerta vantaggiosa: un modello LE32B550 A5P al prezzo di 400 euro anziché 600, lasciando il mio e anzi portando loro anche telecomando e piedistallo. Il mio televisore è stato valutato cioè 200 euro (meno della riparazione!).

Pensavo che l'offerta sarebbe stata migliore e cioè che al prezzo della riparazione (270 euro) mi avrebbero proposto uno scambio, anche con un modello peggiore di quello offerto5.

A questo punto chiedo io se è possibile ottenere l'offerta su un modello da meno, ma mi rispondono di "no, perché il computer decide lui6".

Per confermarmi la vantaggiosità dell'offerta, mi ri-spiegano e ribadiscono (perché me lo avevano già spiegato quando l'ho consegnato) che è un modello di importazione ufficiale, che esistono anche le importazioni "parallele" che si pagano meno ma hanno forti limitazioni sulla garanzia, e cioè si paga l'invio e il ritiro da e al centro assistenza (ma se glielo ho portato io di persona!? Mica abito in un posto isolato che l'assistenza è a 1.000 km) e non c'è la copertura ZERO PIXEL e cioè che non lo cambiano finché non si bruciano almeno 6 pixel anche se è in garanzia.

A questo punto, molto deluso, spiego che per quello che è servita a me la garanzia ufficiale, me lo potevano vendere anche senza (anche perché al tempo, fu un regalo di matrimonio e lo pagammo un botto: 1.600 euro).

E come ciliegina sulla torta mi hanno chiesto di chiamare entro una settimana per avvisare se accetto o meno l'offerta. Dopo che se lo sono tenuti 2 mesi senza fare niente! Ma dai...

Altra cosa forte, poi, è che in rete il modello proposto si trova a 485 euro, quindi questo grande sconto si ridimensiona un bel po'.

Concludendo:

  1. Obiettivamente uno sconto di 200 euro su 600 è un terzo: è un bello sconto. Però...
  2. Vogliono indietro il mio vecchio televisore, per di più corredato di telecomando originale e piedistallo. Quindi significa che lo vogliono/possono aggiustare. E rivendere. Allora questo risparmio effettivo di 85 euro (perché lo trovo a 485) inizia ad essere strettino.
  3. Che ci ho scritto io in fronte, Giocondo? Cercherò di ripararlo in qualche modo, o piuttosto "vendo" i pezzi della carcassa come ricambi a chi ne avesse bisogno.
  4. Una volta i grandi marchi avevano un po' di dignità e cercavano di venire sul serio incontro al cliente, non apparentemente. Questa abitudine si deve essere persa con la globalizzazione. E dire che adesso si possono sputt riportare i loro comportamenti e renderli visibili a livello mondiale.
  5. Queste assistenze autorizzate stanno diventando antipatiche, dato che, almeno nel mio caso (fra frigo e televisore):
    • NON RISOLVONO I PROBLEMI;
    • TI FANNO PERDERE UN SACCO DI TEMPO fra viaggi, telefonate;
    • TI LASCIANO SENZA ELETTRODOMESTICO PER UN SACCO DI TEMPO, senza nemmeno dartene uno "di cortesia";
    • TI PRENDONO INDIRETTAMENTE PER I FONDELLI: prima ti illudono, poi ti bastonano, parandosi dietro lo scudo che "decide tutto la casa madre";
    • TI FANNO "OFFERTE VANTAGGIOSE" che trovi equivalenti se non meglio in giro per negozi.

E' tutto opinabile, per carità. Per ogni cliente scontento ce ne saranno 0,0000001 99 contenti, e io contento lo ero finché non si è rotto il televisore. Così a lungo andare ne perdono diversi di clienti (basta digitare su un motore di ricerca "samsung assistenza" e vedrete cosa viene fuori5).

Penserete voi: ma cosa deve fare l'assistenza/Samsung? Mettersi una scopa in c**o così ti ramazza la stanza6? No. Ma nemmeno metterla a me e che la stanza la ramazzi io, anche perché a questo punto, a mezza altezza, vista posteriore, ce l'ho già presa io prima che ci mettano la scopa.

Telefonerò all'assistenza per dire che non accetto l'offerta (con calma però). Mi tengo il mio pacco, anche se so già cosa c'è dentro.

Aggiornamento (8.12.2009): il 30.11.2009 ho ritirto il televisore e rifiutato l'offerta. Ora scriverò alla Samsung Italia per vedere cosa si può fare...

--*--

1. Che non esiste.

2. Certo che l'assistenza così la so fare anche io. Non va un pezzo? Si sostituisce. E se non c'è il ricambio? Si sostituisce il televisore.

3. E col senno di poi, forse, non c'era mai stato.

4. Servi dell gleba - Elio e le Storie Tese

5. Che ingenuo! Credevo che il nome rispecchiasse l'offerta. Ma... è davvero vantaggiosa. Per SAMSUNG, però.

6. A Trieste si usa dire "No se pòl" (non si può) quando qualcosa che si potrebbe fare, in realtà non si può fare "perché no!".

E infatti il primo sito che ho trovato riportava "Assistenza Samsung... SPETTACOLARE!". Lo trovate qua: http://www.zarcone.it/2009/11/18/assistenza-samsung-spettacolare. Peccato che sia una minoranza.

6. Vedi nota numero 4.