da PGB, cose serie... e meno serie.
PGB's - serious stuff... & lesser one.

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

IV giro in forno per Melone

E-mail Stampa PDF

Eccoci... quarto giro in forno per il portatile.

Stavolta ce l'ho tenuto troppo, mi sa, perché il connettore della ram è un po' "sceso" e si è inclinato.

Sta assomigliando sempre di più ad un pollo arrosto (bruciato) che ad un computer.

Anzi, a una mela cotta.

--*--

la foto l'ho cuccata da http://www.arte-restauro.com

Ultimo aggiornamento ( Domenica 19 Agosto 2012 21:45 )
 

Le biomasse de noantri

E-mail Stampa PDF

olio di palmaQualche giorno fa ho letto  con piacere che vicino a Trieste (a Opicina) si sta costruendo un impianto a biomasse di grandi dimensioni e potenza (clicca qua per leggere dal sito de IL PICCOLO oppure clicca qua per leggere dal mio sito se il collegamento a IL PICCOLO non funziona).

Un notevole investimento (50 / 60 milioni di iuri, altresì detti giorgi), lavoro per un centinaio di operai, motori di cogenerazione meidinitali (o made in Italy, mai capito perché se è fatto in italia non si scriva "fatto in Italia") anche se nello stabilimento della Wartsila (ex Grandi Motori), 25 / 30 lavoratori a regime, ...

Tutto molto bello, ma...

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 18 Giugno 2012 23:07 ) Leggi tutto...
 

Tempi confusi...

E-mail Stampa PDF

A volte nemmeno chi cerca collaboratori o dipendenti ha le idee chiare... L'esempio in figura, dove è sottolineato il fatto che il lavoro NON richiede trasferte. Salvo poi, fra le richieste, specificare la disponibilità a trasferte anche estere. Quinni che famo? Annamo 'n trasferta o no?

Ma soprattutto... ce la pagano?

(clicca l'immagine per aprirla ingrandita in un'altra finestra e sperare di riuscire a leggere le scritte)

Ultimo aggiornamento ( Martedì 12 Giugno 2012 20:43 )
 

e tre (terzo passaggio in forno per Melone)!

E-mail Stampa PDF

il bigliettino ispirato dall'eventoStamattina, quando mi sono alzato, ho selezionato "ok" per l'aggiornamento del sistema operativo del portatile, che insidioso ha ribadito: "lo sai che poi devi riavviare, eh? Poi non dire che non te l'ho detto!".

Il tempo di spegnersi e... infattti... non si è riacceso (o meglio si è riacceso con schermo nero, hard disc e ventole che giravano e led "pulsante" fisso). Se il buongiorno si vede dal mattino (invece poi, salvo uno "scherzo" dell'auto, tutto bene)...

Quindi, stasera (mezz'ora fa) terzo passaggio in forno (mele al forno, con un po' di cannella). Stavolta a 200 °C per ben (uell, in inglese :-D) 9 minuti. Odore di plastica bruciata, etichette un po'... gratinate, ma alla fine è ripartito e funziona, per adesso.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 19 Aprile 2012 21:37 )
 

Teletu per due

E-mail Stampa PDF

Maiale doppioSto diventando monotono... ma a conclusione della triste (a posteriori e nel "posteriore") pensata di cambiare operatore telefonico e tornare al vecchio, faccio un po' i conti e magari metto in guardia qualcuno che certe cose non le sapeva (come me, del resto), anche perché non te le raccontano mai tutte in fase di offerta (i famosi zero spese per il cambio).

Ci sono stati errori sia da parte mia che da parte di Teletu: cercherò di essere il più obiettivo possibile (disse il fotografo).

La mia avventura con Teletu è durata ufficialmente dal 5 settembre al 9 novembre 2011, quindi poco più di due mesi.

L'offerta bomba era di 27,90 euro al mese per flat per chiamate illimitate ai telefoni fissi nazionali ed internet ADSL 24 ore su 24 a 7 megabit di banda. Più un contributo di attivazione di 48 euro spalmati in 2 anni (2 euro al mese in più sui 27,90 di canone) da pagare anche in caso di recessione dal contratto prima dei 24 mesi (ma questo lo sapevo, erano stati chiari).

In totale, quindi, circa 60 euro a bimestre.

In realtà, alla fine di tutto, questi due mesi mi son costati 155,58 euro (al netto di interessi di mora e oneri di recupero crediti, dato che con i pagamenti ci sono andato lungo per vari motivi).

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 16 Marzo 2012 18:09 ) Leggi tutto...
 

Storie di ordinaria burocrazia...

E-mail Stampa PDF

La casa che rende pazzi - AsterixMettetevi comodi che questa è lunga.

L'anno scorso ho avuto l'onore di effettuare una supplenza in un istituto tecnico industriale, per oltre due mesi ma meno di tre. Bella esperienza, divertente e soddisfacente, buona la paga (nonstante quello che si dice in giro), resa ancora mgliore dal fatto che mi hanno pagato più del dovuto.

Io non me ne ero accorto e un mese fa mi telefonano dall'ufficio contabile dell'istituto per dirmi che devono consegnarmi una notifica del ministero. Ministero? Che vorranno?

Passo in segreteria e mi consegnano un papiro intimidatorio scritto in legalese con un sacco di "visto", "considerato" e "premesso"...

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 12 Marzo 2012 23:04 ) Leggi tutto...
 

Kibibyte, soluzione ad un grande (?) problema...

E-mail Stampa PDF

Finalmente, quasi per caso, oggi ho scoperto che esiste la soluzione al problema del kilobyte (e multipli)!

Per chi non lo sapesse, da quando l'informatica ha superato i 1.000 byte (praticamente subito) è sorto il dubbio di quanto valga un kilobyte:

1) da una parte i puristi del SI (Sistema Internazionale, quello che adotta le unità di misura utilizzate anche da noi) per i quali kilo = 1.000 volte e quindi kilobyte = 1.000 byte;

2) dall'altra il mondo binario, che si basa sui multipli del 2 e che come numero più vicino al 1.000 ha 1.024 (pari a 2 elevato alla 10), per il quale kilo = 1.024 e quindi kilobyte= 1.024 byte.

Col crescere delle dimensioni si è passati dal kilo (10 alla terza) al mega (10 alla sesta), al giga (10 alla nona) e adesso siamo al tera (10 alla dodicesima) con calcoli sempre meno "precisi":

Ultimo aggiornamento ( Martedì 28 Febbraio 2012 23:05 ) Leggi tutto...
 


Pagina 4 di 26