da PGB, cose serie... e meno serie.
PGB's - serious stuff... & lesser one.

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il limbo della pollina

E-mail Print PDF
There are no translations available.

Aspetto della pollinaOggi si fa un gran parlare delle fonti rinnovabili e delle iniziative ecologiche, molte delle quali ho già sottolineato come siano nient'altro che pubblicità.

In questi giorni sto avendo la conferma: il nuovo (?) Testo Unico sull'Ambiente, già modificato per una quarantina di pagine dall'ultima finanziaria (a testimonianza di come fosse nato bene) da una parte incoraggia l'utilizzo e la diffusione delle fonti rinnovabili di energia; dall'altra parte mantiene valide alcune leggi che avrebbe dovuto "aggiornare", in attesa che il legislatore definisca come comportarsi nei casi non ben specificati (alcune biomasse, per esempio).

Last Updated ( Friday, 21 November 2008 19:22 ) Read more...
 

Rompifone

E-mail Print PDF
There are no translations available.

martello che spacca il logo della VodafoneQuesto è un messaggio di sfogo...

Oggi per l'ennesima volta (con n>7) mi chiama sul cellulare il servizio clienti Vodafone.

Ma stavolta, forte delle passate esperienze, l'anticipo e guardando sulla sfera di cristallo dico alla signorina: "Lei sta per offrirmi di passare a Vodafone anche sul telefono di casa fisso, così finisco di pagare il canone Telecom e risparmio".

E lei ribatte: "Perché non vuol farlo?"

Last Updated ( Monday, 24 November 2008 00:56 ) Read more...
 

ConteZero

E-mail Print PDF
There are no translations available.

Shermata del sito www.contezero.it

Da oggi inauguro una categoria nuova, intitolata "siti e blog", che è un po' diversa dalla raccolta di link in fondo al menù principale, dove raccoglierò i siti ed i blog di miei amicici e ne darò una breve descrizione o farò la presentazione. Iniziamo con www.contezero.com

Il sito di "One", che vuol essere un giornale (o per lo meno è così strutturato) con la redazione più pazza della Valtiberina. E dice che il mondo cambierà.

Da Trieste vi dico: "dateghe n'ociada".

15.12.2008 - CORREZIONE: dalla regia mi dicono che a Trieste si dice: "DEGHE UN'OCIADA"...

Last Updated ( Tuesday, 16 December 2008 01:03 )
 

Nuova vita - Giorno 42

E-mail Print PDF
There are no translations available.

Anche questa settimana nulla da riportare.

Continua l'indisposizione (ma mica sarà una scusa?!) "per motivi di salute" si scriveva ai miei tempi sulle giustificazioni per le assenze a scuola...

Posso solo riportare che anche lo stesso Albanesi raccomanda di non andare a correre se non si sta bene, altrimenti si aumentano le possibilità di ammalarsi in modo più grave e poi è peggio (non ci voleva la scienza infusa per arrivarci, bastava il buonsenso).

 

Bromograph 2.0 - throw it...

E-mail Print PDF

Thin bromograph/scanner Version 2.0

First of all, I show you the scanner/bromograph v. 2.0.

What's new? The mirror under the lamps and another lamp (with its own electronic ballast).

Then I tell you why I throw it...

After testing it, I finally reached the enlightenment (ultraviolet, obviously): there is a system error. Yes, I wanted to be cool and build the first (maybe) thin scanner/bromograph, 'cause I didn't saw any around. Umh... there would be a reason.

The lamps are too much close to the circuit to print (I already know it). As a consequence, close over them, the light's intensity is strong and prevales over the one emitted by the other lamps. In the zone between one lamp and another, a very nice phenomenon takes place: a line (of the test circuit) is projected at least 3 times, with shadows, double lines and bad results (interferences, not too well diffused light...).

A solution could be to put many close lamps to use only direct light, but the main aim, i.e. to "save money and reuse materials" would be lost even if we have a working device (shortly, this system is good: I realized a circuit with a tanning lamp and it came out well and... tanned. And there would be more ballasts, that there aren't and there would be no more space .

The last tests are illustrated below:

  • on the left, the one developed close over a lamp, is relatively good, but "burned" in its surface's most part by the direct light (thin lines and words eroded);
  • on the right, the one coming from the middle zone: it's cloudy and suffers of the reverberations and shadowing cited before.

 

Provini della versione 2.0 del bromografo/scanner

 

After loosing some time, I decided to officially abandon the project and to build a bromograph starting from a wood sheet and using the pieces of this one. The result is coming soon.

Last Updated ( Saturday, 15 November 2008 23:23 )
 

Bromograph. Trial failed, but...

E-mail Print PDF
 

It came out from a testToday I tested the bromograph I built in the last days.

If I were a trendy politician in Italy, I should say: "Everithing was good!". In fact results were worst. The device works, but not well. However it's all right (again the politician...).

Lucky to be in Italy, I'm not a politician neither a trendy one.

Let's start from the end... in short:

  • the lamps are too near to the glass (and to the circuit to develop). As a consequence, in front of them the photoresist film develop before and more than on the "far" areas (where light arrives obliquely) where hardens in a bad way and develop in fuzzy way.
  • Two lamps are not enough, another one in the middle is required and the exposition time are to adjust considering this new element. 

Now let's fly back to the beginning: hoping it would work well at the first shot I took some pictures, aiming to report all in those pages. The process is right, so I "unroll" it the same...

Last Updated ( Friday, 14 November 2008 00:25 ) Read more...
 

Giusto un altro scanner/bromografo

E-mail Print PDF
There are no translations available.

Il ballast elettronico fiammato... 

Sbagliando si impara...

Il titolo rimanda un po' ad alcuni programmi opensurs (opensource, a sorgente aperta - direbbero da noi), quelli chiamati "Ya + acronimo del nome del programma", dove Ya sta per ièt enader (yet another, giusto un altro): se per esempio scrivo software per configurare qualcosa (un setàp tuul, o setup tool), il nome diventa YaST (ièt enader setàp tuul o Yet another Setup Tool, o giusto un altro strumento di configurazione, che - gurdacaso - esiste sul serio). E lo scanner diventa YaSB, o Ièt enader Scanner Bromograf (Yet another Scanner Bromograph, giusto un altro scanner bromografo, in italiano GUASB).

Da qualche tempo volevo costruirmi un bromografo. Uh? Ah giusto... magari non sapete cosa sia un bromografo. Del resto non è che la mattina ti alzi, scaldi il latte, prepari i biscotti e... accendi il bromografo.

Last Updated ( Tuesday, 11 November 2008 21:11 ) Read more...
 


Page 21 of 26